More stories

  • in

    FEELING HOME. Sentirsi a casa

    FEELING HOME. Sentirsi a casa
    Nove autori raccontano attraverso 90 fotografie il “sentire casa” come idea e sensazione, spazio intimo e personale, custode di ricordi, sogni ed emozioni, dove il tempo non pesa mai in quanto “specchio”del tempo interiore di ognuno di noi.
    La Galleria d’Arte Moderna di Catania (GAM) presenta dal 3 al 30 ottobre (inaugurazione sabato 3 ottobre ore 18) la mostra fotografica itinerante “Feeling Home. Sentirsi a Casa”, ideata da GT Art Photo Agency Milano a cura di Giusy Tigano e organizzata in collaborazione con l’Associazione F2 Progetti per la Fotografia di Catania.
    L’esposizione, realizzata grazie alla preziosa sponsorship di Canon Italia e di Sirti S.p.A., patrocinata dal Comune di Catania e dall’Assessorato alla Cultura, dopo Milano, Voghera (PV), Corigliano Calabro (CS) e Bibbiena (AR), approda in Sicilia con alcuni contributi inediti grazie ai nuovi portfoli di Isabella Balena e di Pierfranco Fornasieri, che si aggiungono ai fotografi presenti nelle passate edizioni: Franco Carlisi, Francesco Cito, Luca Cortese, Gianni Maffi, Carlo Riggi, Pio Tarantini e Daniele Vita.
    Giusy Tigano (curatrice): “Il progetto FEELING HOME costituisce una testimonianza fotografica allargata e ricca su un tema particolarmente vivo, universale, estremamente attuale e di grande respiro come quello del “sentirsi a casa”: offrendo differenti visioni, si propone come una preziosa opportunità di riflessione, di crescita e di ricerca di identità per ognuno di noi“.
    Barbara Mirabella, Assessore alla Cultura del Comune di Catania: “E’ con grande soddisfazione che ospitiamo questa mostra, voluta fortemente dall’Assessorato alla Cultura perché, non solo rappresenta un segnale forte da parte dell’amministrazione comunale  della volontà di continuare il percorso di ripartenza dell’arte e della cultura in città dopo l’emergenza Covid-19, ma permetterà a tutti i visitatori di riflettere su una delle sensazioni più intime dell’uomo, quella di “sentirsi a casa”, dove siamo tutti completamente noi stessi”.
    Il percorso espositivo, nel quale ciascun autore declina il senso di “casa” in funzione della propria sensibilità, del proprio linguaggio e della propria poetica, alterna le fotografie a estratti bibliografici e introduzioni personali degli autori, in aggiunta a  specifiche letture critiche redatte da diverse figure professionali del mondo della fotografia: Ilaria Baiocchi, Gigliola Foschi, Roberto Mutti, Barbara Silbe, Pio Tarantini e Giusy Tigano.
    Un contributo letterario che offre ai visitatori interessanti chiavi di lettura attraverso citazioni d’autore e riflessioni importanti che affiancano e integrano il percorso visivo, conducendo il fruitore lungo un percorso di stimoli e di apporti diversificati e preziosi.
    La mostra è accompagnata dal libro fotografico “FEELING HOME. Sentirsi a casa”  (Edizioni EBS Print, 2019) che raccoglie 115 fotografie a colori e in bianco e nero degli autori presenti in mostra, i testi curatoriali di Giusy Tigano che illustrano la poetica dell’intero progetto e i diversi contributi critici che accompagnano le fotografie.
    Informazioni al pubblico info@gtartphotoagency.com
    Informazioni stampa info@deangelispress.com  LEGGI TUTTO

  • in

    INHABITANTS | ANDREA BUZZICHELLI

    Giovedì 1 ottobre 2020 ore 19, Interzone Galleria presenta, all’interno del contesto WEFO Weekend Fotografici – Un mese di Fotografia a Roma, la mostra fotografica inhabitants di Andrea Buzzichelli.Inhabitants raccoglie una serie di immagini di un progetto realizzato nel “Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi” in Toscana.
    «Che cos’è un parco? I suoi confini coincidono con la nostra percezione di esso? Dopo un certo numero di ispezioni effettuate alla luce del giorno, ho scelto di estendere la mia visione del Parco, e, di conseguenza, i suoi confini, a ciò che è normalmente invisibile all’occhio umano. Per realizzare questo concetto, ho utilizzato un archivio di immagini prodotte dalle fototrappole della locale Guardia Forestale (Polizia Forestale Italiana). Il risultato è un’impressionante visione notturna degli “Abitanti” del Parco. Una vibrante sezione trasversale che, soprattutto, rivela un senso di potenza intrusiva, in un mondo dove altrimenti non sarebbero rivelati, e una sorta di fascino voyeristico verso la natura stessa. E nel mio tentativo di far luce su ciò che è oscuro, di espandere i nostri confini, ho riassunto il discorso scientifico dell’uomo che confina la natura alle riserve, e, in questo modo, nega il suo stesso. Un chiaro omaggio al grande fotografo George Shiras III, il primo vero fotografo naturalista.»INTERZONE GALLERIA accoglie ― all’intero dei suoi spazi espositivi performativamente allestiti a bosco ― le fotografie realizzate e raccolte da Andrea Buzzichelli nel meraviglioso progetto Inhabitants, progetto fotografico che è stato raccolto nel libro omonimo edito da Urbanautica Institute nel 2017.
    Il progetto Inhabitants qui proposto, presenta 35 immagini in bianco e nero, di cui 6 inedite e 2 fotografie stampa su plexiglass retroilluminate con pannello led.
    L’allestimento svela un bosco buio, che mette in scena i light-box esposti per la prima volta al pubblico, in dialogo con le immagini allestite lungo le pareti della galleria ― ricoperte da gigantografie boschive ―, in un delicato mostrare di un habitat forestale dove le fotografie realizzate per mezzo di fototrappole, rivelano un  mondo che si offre per magia, dando vita a singolari auto ritratti fotografici di animali.L’artista Andrea Buzzichelli sarà presente al vernissage della mostra Giovedì 01 ottobre 2020 ore 19.Book: INHABITANTS, Andrea Buzzichelli, Urbanautica Institute, 199 copies (hand-numbered), English / Italian, 2017. LEGGI TUTTO

  • in

    Praga Photo 2020

    PRAGA PHOTO 2020
    Anche quest’anno il Centro Sperimentale di Fotografia e  partecipe  della tredicesima edizione di Prague Photo che si svolge nello storico palazzo del 1905 nel cuore di Praga.
    Dal 20 al 25 ottobre 2020 dalle 11 alle 18,00
    Inaugurazione lunedì 19 ottobre 2020 ore 18,00 –ingresso libero –

    Ospite d’Onore  Gaia Adducchio  con la mostra Ritratti curata da Luisa Briganti e Iva Nesvadbova

    Parteciperanno
    Antonella Monzoni , vincitrice della call for entry 2020;

    Braun Alessandra, Carola  Graziani, François FasniBay, Antonello Ferrara ,Paola Tornambe’,
    A cura di  Kromart gallery.
    Tomeu Coll, Giorgio De Finis, Gaetano De Filippo, Gian Marco Sanna a cura del CsfAdams

    Partecipano inoltre
    Sara Munari a cura di Alessia Locatelli e Jack Sal a cura di Manuela Del Leonardis

    Gli allievi della collettiva con l’autoritratto a cura di Simona Ghizzoni.
    Barbara Cannizzaro, Cristina Cappellini, Elisa Clementelli, Elda Occhinero, Simona Ramponi, Ivana Rinalducci, Amelie Soffietti, Marco Tanfi, Alessandro Tempesta, Paola Tornambe.
    Ideazione di Gabriele Agostini, con la direzione  artistica Luisa Briganti. 
    Una produzione Centro Sperimentale di Fotografia Adams e Kromartgallery.
    www.praguefoto.cz  
    www.csfadams.it
    www.kromartgallery.it LEGGI TUTTO

  • in

    A N I M A V O L T O

    E’ ormai imminente l’edizione 2020 del Mese della Fotografia di Roma che quest’anno prenderà il nome di WEFO2020 ovvero weekend fotografici organizzati come sempre dalla Casa della Fotografia dal 25 settembre al 18 ottobre.Anche Max Callari parteciperà con il suo nuovo progetto fotografico intitolato ANIMAVOLTO che sarà presente durante tutto il periodo della manifestazione come “mostra online”.Animavolto è composto da 30 primissimi piani in bianco e nero caratterizzati da inquadrature non convenzionali.
    E’ una sorta di racconto fotografico realizzato grazie alla preziosa collaborazione di Massimiliano Caprara noto attore di teatro, cinema e fiction, che ha accettato con grande entusiasmo e partecipazione di essere il “soggetto fotografico” e di “raccontare” una parte di sé stesso attraverso sfumature, gesti, pensieri, sguardi.La realizzazione del progetto è stata possibile anche grazie al contributo di Andrea Striano il Drago (conduttore radiofonico e produttore) ed è stata dettata dalla passione che Max Callari nutre da sempre per la ritrattistica ma anche dal desiderio di realizzare in modo intelligente e ironico qualcosa che si potesse distaccare un po’ da questo difficile periodo storico riuscendo ugualmente a far riflettere. LEGGI TUTTO