in

Le migliori rosticcerie che consegnano a Milano (senza contatto)

Deliveroo ha selezionato alcune delle migliori rosticcerie e gastronomie di Milano che consegnano a casa, in sicurezza, per garantire la sicurezza dei clienti e dei rider

Nel pieno dell’emergenza coronavirus, anche le piattaforme di food delivery si adeguano alle misure di sicurezza: Deliveroo ha di recente avviato la “consegna senza contatto”, per tutelare la sicurezza e la salute dei clienti e dei rider addetti alla consegna, ma non finisce qui. Ci sono anche le iniziative a sostegno dei ristoranti: per questo, Deliveroo ha selezionato alcune delle migliori gastronomie e rosticcerie che consegnano a Milano per gustare piatti tradizionali, dal sapore di casa, di cucina italiana e non solo.

Le migliori rosticcerie che consegnano a Milano

Rosticcerria Giacomo

Una delle più celebri Rosticcerie milanesi: tanti grandi classici della cucina italiana con alcune prelibatezze tipiche lombarde e milanesi come cotoletta, pizzoccheri, mondeghili e l’immancabile ossobuco. Un rosticceria dal sapore gourmet.

Indirizzo: via Pasquale Sottocorno 76

Giannasi dal 1967

Dici Giannasi e pensi al pollo allo spiedo. Questo storico chiosco gastronomico ora anche a domicilio con Deliveroo, offre pollo, intero o a tranci, ma non solo. Anche polenta fritta, mondeghili, fritti vari, crocchette e tante altre delizie.

Indirizzo: piazza Bruno Buozzi 2

Rosticceria Galli

Un’ampia scelta di piatti buoni come fatti in casa. Minestre, primi piatti a base di pasta fresca, come gnocchi, ravioli, tortelli ma anche tanti secondi tra cui scaloppine, polpette, roast beef, arrosti e piatti a base di pesce.

Indirizzo: Corso Vercelli 8

Friariè – Bonta e Gastronomia Partenopea

La gastronomia partenopea: gateau di patate, gnocchi alla sorrentina, pasta al forno ‘mbuttuanata E poi ancora: salsiccia e friarielli, scarola alla partenopea, crocchè, frittatina di pasta..Per quanti cercano un po’ della Napoli gastronomica a Milano ecco l’indirizzo perfetto.

Indirizzo: piazzale Damiano Chiesa 2

Gastronomia Yamamoto

Per quanti amano le specialità giapponesi tradizionali, questo è il posto giusto. Qui potrete ordinare unadon, onigiri, kastu sando, stufato alle alghe hijiki per citarne alcuni. Ed anche gli immancabili moci, i dolci tipici della cucina del Sol Levante.

Indirizzo: Via Amedei 5, angolo Via Fieno

Via Emilia Bottega Gastrnomica

Specialità emiliane come da tradizione: dagli strozzapreti ai tortellini in brodo, dalle tagliatelle al ragù, passando per le tigelle. Per quanti amano la cucina emiliana, un indirizzo da appuntarsi.

Indirizzo: via della Moscova 27

Consegne senza contatto: come funziona?

Per garantire il rispetto delle misure di sicurezza, Deliveroo ha introdotto la consegna senza contatto per tutti gli ordini. Come funziona? I rider comunicheranno al cliente il loro arrivo, posizioneranno la loro borsa termica aperta per terra fuori dalla porta, faranno un passo indietro di almeno 1 metro e attenderanno che il cliente prenda il cibo prima.

La consegna a domicilio è sicura per i clienti, ma anche per i rider. Per prima cosa, verrà offerto a tutti i rider un rimborso per l’acquisto di attrezzature igieniche, come mascherine, guanti e gel igienico. Inoltre, Assodelivery, associazione che riunisce le principali piattaforme del settore, ha iniziato a distribuire una prima quantità di maschere a Milano e Roma.

Deliveroo ha annunciato anche un “fondo di supporto” per i rider, che permetterà a chi contrae il virus COVID-19 o coloro a cui è stato ordinato di isolarsi da un’autorità medica di avere diritto a un sostegno finanziario. La copertura si applica in caso di test positivo da Covid-19 e l’assicurazione sarà attiva per tutti i rider che collaboreranno con Deliveroo fino al 31 dicembre 2020.
Si tratta precisamente di una copertura indennitaria per il ricovero pari a € 30,00 al giorno, dal primo giorno, senza franchigia, per un massimo di 30 giorni; una copertura indennitaria da convalescenza post terapia intensiva pari a € 1.500,00, corrisposta come una tantum alle dimissioni; un’erogazione di un’Indennità forfettaria di € 350,00 una tantum nel caso di risultato positivo degli accertamenti relativi alla presenza delle Sindromi Influenzali di natura pandemica, che comporti quarantena obbligatoria imposta dall’autorità sanitaria competente.


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/feed/


Tagcloud:

Salvini, collaborativi ma non spettatori

Come tagliare e sistemare la frangia senza rovinarla ai tempi del lockdown