in

Borse in rally con Wall Street, Milano +9 per cento. Il G7: “Pronti a tutto per la crescita”

MILANO – Le Borse mondiali danno un segnale di recupero, dopo che le azioni hanno toccato i minimi dal 2016 ignorando il bazooka della Fed, che senza limiti. Mentre si susseguono le chiusure di intere econome, a cominciare da molti Stati Usa e dalla Gran Bretagna, si guarda alla riunione telematica dei ministri delle Finanze della zona euro per capire se ci potrà essere una risposta più forte alla crisi, con qualche forma di intervento comune come auspicano Italia, Spagna e Francia. Il G7 rispolvera il linguaggio di Mario Draghi e, dopo la conference call di ministri e governatori, assicura: “Faremo qualunque cosa necessaria per riportare la crescita e la fiducia e per proteggere i posti di lavoro, le imprese e la tenuta del sistema finanziario”. “Ci impegniamo anche – si legge nel comunicato pubblicato dal dipartimento del Tesoro Usa – a promuovere il commercio globale e gli investimenti a tutela della prosperità”, oltre a garantire “maggior sostegno” alla ricerca sul Covid-19 nell’ottica di avere un vaccino.

Un po’ di appetito al rischio torna tra gli investitori: lo dimostrano gli andamenti in rialzo sui listini occidentali, gli acquisti che si sono visti in Asia e il primo declino del dollaro (che è diventato il re dei beni rifugio) dopo dieci rialzi consuecutivi. Intanto il presidente Usa, Donald Trump, incalza il Congresso: deve approvare “oggi stesso” il piano da circa 2 mila miliardi per rilanciare la prima economia al mondo.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml


Tagcloud:

#IoRestoACasa: tieni alto l’umore come Jennifer Lopez che balla spettinata e senza trucco con la sua famiglia

Cdm approva decreto con nuove sanzioni