in

Bonus internet e tablet, operatori all'attacco: “Sarà un fallimento”

ROMA – Molti operatori tlc, quelli che ci vendono l’abbonamento a Internet, criticano il governo per il bonus che aiuterà le famiglie (soprattutto a basso reddito) a connettersi in Rete a condizioni agevolate e con velocità di crociera soddisfacenti. Le critiche alle misure del governo sono contenute nei testi che questi operatori tlc hanno inviato a Infratel.

Infratel, la società del ministero dell’Economia che gestirà l’intera operazione bonus, ha aperto una consultazione pubblica che ha appunto questo obiettivo: conoscere l’umore degli operatori tlc, anche per perfezionare il processo di distribuzione dei bonus. Umore che, dunque, è abbastanza nero.

Come funziona il contributoUn bonus di 500 euro – già ufficiale – per le famiglie a bassissimo reddito (con un Isee fino a 20 mila euro). Un bonus, ancora ufficioso, da 200 euro per le famiglie con un Isee fino a 50000 euro. Questi i due aiuti, il primo operativo e il secondo in arrivo. Per garantirli agli italiani, il governo mette in campo delle risorse (204 mila euro per il primo bonus; un miliardo, si dice, per il secondo) con l’obiettivo di aumentare la platea degli italiani che si connettono e ad alta velocità.RepVoucher per pc, tablet e Internet: avvio tra polemiche


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml


Tagcloud:

Come fare per avere una simulazione della pensione

Scuola, a un mese dall'avvio mancano migliaia di prof