in

Appalti senza gara. Opere di interesse nazionale con procedure accelerate. Rivisto l'abuso d'ufficio

ROMA – Il decreto Semplificazioni viaggia lungo due binari. Da una parte prova a semplificare, appunto, la vita del cittadino nel suo rapporto con gi uffici pubblici. Nello stesso tempo, si autorizzano – sia pure a certe condizioni – appalti senza gara. In arrivo norme più vantaggiose per i funzionari che firmano per le responsabilità penali (abuso d’ufficio) ed erariali (davanti alla Corte dei conti). Carta d’identità accantonataSi potrà accedere a tutti i servizi digitali della Pubblica Amministrazione tramite Spid e Cie, e anche tramite un’applicazione su cellulare. Non servirà più – dunque – esibire un documento di identità qualora si sia in possesso già di quella digitale. E’ una delle disposizioni contenute nel decreto legge Semplificazioni che il Consiglio dei ministri dovrebbe approvare già giovedì.

La bozza del provvedimento prevede l’obbligo per le amministrazioni di offrire i servizi anche in modalità digitale e su mobile; i professionisti avranno sdiritto ad aprire un “domicilio digitale”, anche non iscritti ad albi. Via libera anche alla semplificazione e al rafforzamento del domicilio digitale dei cittadini come modalità ordinaria di comunicazione con la PA.

Se hai difficoltà a visualizzare il contenuto nel box qui sotto, per scaricare la versione pdf del documento completo


Fonte: https://www.repubblica.it/economia

Aurora Ramazzotti sempre più trendy: porta gli anelli con le sue iniziali sopra, guarda

Meteo: caldo africano fino a venerdì, poi arrivano i temporali