in

Alibaba.com con Cia per portare il cibo italiano nel mondo e non solo

ROMA – Sbarcare nel mondo con i prodotti agroalimentari italiani. Cosa relativamete facile per i grandi gruppi, meno per le piccole e medie aziende produttrici. Eppure l’Italia dal prossimo anno vedrà riconosciuti e quindi tutelati ben 26 prodotti Igp e Dop in Cina, il più alto numero per Paesi dell’Unione. Una strada aperta. Così la Cia, Confederazione agricoltori, ha firmato un’intesa con Alibaba.com (Gruppo Alibaba) per permettere lo sbarco in Cina ai produttori attraverso la più grande piattaforma di commercio online al mondo. Lo fa coinvolgendo nell’intesa Adiacent, primo e unico operatore dell’Unione europea ad aver ottenuto da Alibaba.com il riconoscimento per poter operare sulla piattaforma. Un vantaggio non da poco. Certo, il servizio ha un costo, dai 2000 ai 4000 euro l’anno, il prezzo di un posto in fiera. Ma la spinta alla digitalizzazione potrebbe e dovrebbe aiutare. La prima call è stata fatta ad agosto e oggi sul sito ha debuttato Malvira, produttore vinicolo del Piemonte.  “E’ un accordo che può fare la differenza. Non è un negozio è qualcosa di più strutturato. Anche così può vincere la sfida dell’export – ha dichiarato Dino Scanavino, presidente nazionale di Cia – agevolando l’accesso delle nostre imprese sui mercati stranieri, facilitando non solo il rapporto diretto tra aziende e consumatori, ma anche tra aziende stesse, offrendo nuove e importanti occasioni di sviluppo attraverso il commercio elettronico”. Per Rodrigo Cipriani Foresio, Managing Director di Alibaba per il Sud Europa è un’altra coccarda da appendere. Ed è solo la prima. Le aziende italiane presenti sul portale oggi sono mille. “Ma nei prossimi 4-5 anni – ha dichiarato Cipriani Foresio – vogliamo arrivare ad avere con noi 10mila aziende. La collaborazione siglata con Cia ci rende molto orgogliosi e si inserisce pienamente nel progetto a lungo termine di Alibaba.com per supportare le aziende italiane del settore agroalimentare, in particolare le realtà più piccole, nel loro percorso di digitalizzazione e internazionalizzazione”. Alibaba.com d’altra parte conta 20 milioni di buyer in tutto il mondo e la categoria più ricercata è proprio il food. Rappresenta la maggiore piattaforma di e-commerce B2B, con 150 milioni di utenti registrati, 190 tra Paesi e Regioni coinvolte, oltre 300mila richieste al giorno per 40 settori merceologici. E un occhio di riguardo proprio al “food&beverage”, che rappresenta la prima voce tra le “top 10 industries” della piattaforma online, con il 12% dei click sul vino e il 7% sulla pasta. E se vai su Alibaba non arrivi solo in Cina, ma dappertutto.  Tra i punti dell’accordo tra Cia e Alibaba.com, anche tanti servizi a supporto delle aziende sul marketplace: creazione di materiale pubblicitario e informativo; commercializzazione di prodotti e fornitori sulla vetrina “Padiglione Italia” del portale; partecipazione a eventi e attività come roadshow, convegni, promozioni online tramite canali social o media; consulenza di marketing e comunicazione.

“Siamo orgogliosi di prendere parte a questa iniziativa – ha continuato Paola Castellacci, CEO di Adiacent – perché da un lato conferma e rafforza la nostra partnership con Alibaba.com, collaborazione che è stata avviata dal nostro gruppo già dal 2018. E’ stata Alibaba a venire a trovarci. Siamo convinti che, con 45 anni di esperienza, oltre 2.500 collaboratori e 23 sedi in tutta Italia, il nostro gruppo possa sostenere la digitalizzazione delle imprese del Made in Italy e aiutare le aziende associate Cia a beneficiare al meglio delle opportunità offerte dal più grande marketplace B2B online al mondo”. Certo c’è stato il Covid 19 e se il 2019 era stato un anno d’oro per l’export, ora la strada è in salita.      


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml


Tagcloud:

Embraco, arriva la svolta: produrrà motori per frigoriferi, nasce un polo tra Piemonte e Veneto

Stupro a Matera, le ragazze inglesi “arrabbiate ma vogliono giustizia”. Forse la droga nel gin lemon offerto da sconosciuto