in

Alberghi, ristoranti, trasporti e cultura: con l'Italia “chiusa” fino a ottobre, in fumo 52 miliardi di consumi

MILANO – Oltre 23 miliardi di consumi sottratti al mondo di alberghi e ristorazione, più di 16 a trasporti e case automobilistiche, oltre 8 miliardi alla cultura.

E’ l’elenco solo parziale di un totale di 52 miliardi di consumi che mancheranno alle attività italiane, chiuse a causa coronavirus. E’ la stima che arriva dalla Confcommercio, che ipotizza una reale ripresa italiana soltanto ad ottobre.

“Con il protrarsi delle chiusure delle attività produttive e di quelle del terziario – come il commercio, il turismo, i servizi, i trasporti e le professioni – e con la prospettiva che questa situazione si prolunghi nel tempo, la situazione economica e il calo dei consumi sono destinati a peggiorare”, dice una nota dell’associazione.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml


Tagcloud:

Renzi, con Conte ma liberi di criticare

Il fossile di dinosauro più piccolo di sempre