in

Trento, catturato l'orso M49: sta bene ed è chiuso nel recinto

La sua latitanza è durata 9 mesi: l’orso M49 è stato catturato ieri intorno alle 21,30 dagli uomini del Corpo Forestale del Trentino sui monti sopra Tione nelle Giudicarie. È  vivo e sta bene, è stato trasportato nell’area faunistica di Casteller, vicino a Trento, dal quale era fuggito il 14 luglio scorso. Nonostante un’ordinanza della Provincia prevedesse anche il suo abbattimento, l’orso, un giovane maschio definito dagli esperti “problematico” per la sua abitudine a cercare cibo in malghe e zone abitate, è stato catturato in tutta sicurezza.

M49, del peso di 167 kg in buone condizioni fisiche, è stato catturato con una trappola tubo; il trasporto è avvenuto seguendo la prassi, ossia con l’animale sveglio e sotto il costante controllo veterinario. Gli esperti del Corpo forestale, infatti, hanno prestato attenzione anche a eventuali accelerazioni cardiache dovute allo shock per la cattura. In passato, in Abruzzo, nonostante i veterinari avessero seguito tutte le procedure nel modo corretto un’orsa era morta perché in condizioni di salute già precarie. Il fatto aveva scatenato numerose polemiche, proprio quelle che si volevano evitare vista l’attenzione che M49 ha suscitato.

repApprofondimento


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml


Tagcloud:

Omicidio del vicempremier belga Cools, arrestato nel Salento latitante: deve scontare vent'anni

App anti pandemia, no di Londra a Google e Apple. Nel resto del mondo ormai è un test per la credibilità dei governi