in

Piacenza, vietato segno della pace in Chiesa per la paura dell'influenza

VICENZA. La psicosi influenza contagia anche la Messa della domenica. “Non stringetevi la mano per scambiarvi il segno della pace altrimenti rischiamo di contagiarci con l’influenza”. È la singolare richiesta che don Massimiliano Camporese, parroco di Castelvetro  – comune della bassa piacentina ai confini con la provincia di Cremona – ha rivolto ai suoi fedeli durante la messa qualche giorno fa.

Ne ha dato notizia questa mattina il quotidiano di Piacenza, “Libertà”, precisando che l’invito del parroco ai suoi fedeli era diretto ad evitare contatti fisici che avrebbero potuto diventare veicolo di contagio dell’influenza proprio nel periodo in cui vi è una massiccia diffusione del virus. Nessuna modifica della liturgia, ha spiegato il sacerdote, ma semplicemente una misura di prudenza.

Qualche giorno fa la provincia di Bergamo era invece stata contagiata dalla psicosi della meningite dopo quattro casi di cui due mortali. Così a Messa Don Alessandro, e il concelebrante, Don Matia, attenendosi  agli accordi presi con il vescovo di Bergamo, Francesco Beschi, non avevavno invitato i fedeli, prima dell’Eucarestia, a scambiarsi un segno di pace.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Renzi, Di Maio? Giudizio lo dà il tempo

Marcucci, non sciogliere ma aprire il Pd