in

Carlo Perrone: “I ladri di giornali rubano anche la democrazia”

“Non vorrei che ci accorgessimo dell’importanza della libertà di stampa soltanto quando questa non ci sarà più. La pirateria e la mancata tutela del copyright sono problemi non soltanto del mondo dell’editoria. Ma qualcosa che impatta sulla democrazia. Garantire il diritto d’autore ed evitare il furto in rete dei giornali significa proteggere il giornalismo professionale che, in un momento delicato come questo, fa da argine alle fake news”.

Carlo Perrone, presidente dell’Associazione degli editori europei (Enpa) oltre che socio e membro del Consiglio di amministrazione di Gedi, il gruppo che edita questo giornale, interviene dopo l’inchiesta di Repubblica

e la denuncia della Federazione degli Editori sul boom di copie pirata dei giornali italiani disponibili sui canali Telegram e sulle chat Whatsapp. Un milione di lettori “abusivi” al giorno, dicono le stime della Guardia di Finanza, che provocano un danno al comparto che va dai 250 milioni al miliardo e 175 milioni ogni anno. 


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Coronavirus, la petizione “Commissariare la Lombardia” vola e scatena la discussione social

Coronavirus, Fontana sfida Palazzo Chigi: “Fateci riaprire la Lombardia”. Il governo lo gela e lui frena