in

Atti del Cts, per il Consiglio di Stato devono restare segreti fino al 10 settembre

Gli atti del Cts, Comitato tecnico scientifico della Protezione civile, che tra l’altro hanno portato al lockdown, resteranno segreti. Almeno fino al 10 di settembre. Lo ha deciso il Consiglio di Stato, accogliendo la richiesta del governo di sospendere la sentenza del Tar del Lazio che invece aveva imposto di rendere pubblici quei documenti.

Era stata la Fondazione Einaudi di Roma a fare istanza al Tribunale amministrativo regionale chiedendo che fosse tolto il segreto dagli atti e il Tar il 22 di luglio gli ha dato ragione. Adesso invece si ribalta tutto e finché la questione non sarà affrontata dal collegio, tra poco più di un mese, nessuno potrà visionare i documenti.

Cronaca


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml


Tagcloud:

CARA su MTV MUSIC in alta rotazione

Sostenibilità, dalla tv al frigo: 10 cose da non fare