in

A Bologna c'è un bar che chiude a mezzanotte e riapre all'una: “Il Dpcm non lo vieta”

BOLOGNA. Fatto il Dpcm, trovato l’inganno. Anche a Bologna, come le cronache riferiscono di un altro caso in Calabria, c’è un bar che chiude a mezzanotte, in ottemperanza ai divieti appena fissati, e riapre un’ora dopo, all’una di notte e dunque del nuovo giorno, perché nel decreto non si fa menzione dell’orario di apertura. È il Mavit di fronte alla stazione centrale.

“Causa Dpcm del 13-10-2020 chiuderemo alle 24 e riapriremo all’1” si legge su alcuni cartelli all’entrata del locale. La titolare Carlotta spiega al Corriere di Bologna: “Si può, non facciamo niente di vietato”.

Cronaca


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml


Tagcloud:

Covid, il tracciamento si fa con app e QRcode: all'Università della Calabria isolati in poche ore contatti e luoghi a rischio

In Manovra più aiuti anti-crisi. Confindustria torna all'attacco sui licenziamenti: “Stop blocco”