Nuova accusa a Facebook: usava i dati degli utenti come moneta di scambio

Quattromila pagine di documenti, fra mail, chat, presentazioni, fogli di calcolo e verbali di riunioni. Quanto basta per mettere Mark Zuckerberg e Facebook volta sotto accusa per l’ennesima. Secondo la rete televisiva americana Nbc News, che è venuta in possesso di queste informazioni, fra il 2011 e il 2015 la multinazionale di Menlo Park ha consolidato la sua posizione e tenuto a distanza la concorrenza  offrendo come merce di scambio ai partner e agli investitori pubblicitari i dati dei suoi utenti, inclusa la rete di amicizie, le foto, le relazioni.   NBC has obtained thousands of pages of leaked internal documents show that Facebook wasn’t just spitballing about selling access to user data – the plans had buy-in among Zuck, Sandberg and were pitched to the board of directors — Olivia Solon (@oliviasolon) Sarebbe accaduto anche con Amazon alla quale Facebook avrebbe dato accesso a queste informazioni ai tempi della partnership per lo smartphone Fire lanciato nel 2014 e poi finito in pensione l’anno dopo. Ma non c’erano solo le compagnie amiche. In un altro caso, Facebook avrebbe discusso di bloccare l’accesso ai dati degli utenti ad un’app di messaggistica diventata troppo popolare che rischiava di trasformarsi in un concorrente.

Secondo Facebook però questa sarebbe storia vecchia e comunque parziale, frutto della battaglia legale con Six4Three, la software house dietro l’app Pikinis. “L’insieme di documenti racconta solo un lato della storia e omette un contesto importante”, spiega Paul Grewal, vicepresidente di Facebook. “Stiamo parlando ancora delle modifiche apportate alla piattaforma nel 2014/2015 per impedire alle persone di condividere le informazioni dei propri amici con sviluppatori come Pikinis. I documenti sono stati filtrati in modo selettivo delle discussioni interne su Facebook al momento dei cambiamenti. Ma i fatti sono chiari: non abbiamo mai venduto i dati delle persone “. In effetti la battaglia legale con Six4Three ha una storia lunga e complessa, punteggiata di accuse continue come potete leggere mel pezzo qui riportato. .

Social Network


Fonte: https://www.repubblica.it/tecnologia

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta