in

Sampdoria, Bertolacci è ufficiale

L’accordo era già stato trovato da tempo, adesso è arrivata anche l’ufficialità: Andrea Bertolacci è un nuovo giocatore della Sampdoria. Ad annunciare il tesseramento del centrocampista classe ’91, rimasto svincolato dopo l’ultima esperienza con la maglia del Milan, è stata la stessa società blucerchiata attraverso questa nota apparsa sul proprio sito ufficiale: “Il presidente Massimo Ferrero e l’U.C. Sampdoria comunicano di aver tesserato il calciatore Andrea Bertolacci (nato a Roma l’11 gennaio 1991). Il centrocampista ha sottoscritto un contratto economico fino al 30 giugno 2020“.

Ritorno a Genova

Per Bertolacci si tratta di un ritorno nella città di Genova, anche se nella sponda opposta rispetto a quella rossoblù. Il centrocampista, infatti, ha vestito in due occasioni la maglia del Genoa, club con il quale ha vissuto le stagioni migliori della sua carriera, prima dal 2012/13 al 2014/15 e poi nell’annata 2017/18. Poche luci e parecchie ombre, invece, con il Milan tra il 2015 e il 2017, prima di concludere senza alcuna presenza in campionato l’avventura in rossonero nella scorsa stagione. Adesso per Bertolacci l’occasione di rilancio nella città nella quale si è consacrato conquistando anche la convocazione in Nazionale.

“Ripagherò la fiducia. Genoa? Ora conta solo la Samp”

“Tornare qui è una grandissima emozione, mi è già tornato il sorriso. Io sono di Roma, ma questa è la mia seconda casa. Non appena ho messo piede a Nervi ho rivissuto le emozioni di quando avevo vent’anni. Ho ricevuto tante richieste, ma qui è dove mi hanno voluto di più. E per questo ringrazio il presidente Ferrero e la società”, le parole subito dopo la firma del nuovo centrocampista della Sampdoria al sito ufficiale del club. Una stagione, l’ultima, ai margini al Milan ma che ormai appartiene al passato: “Sono molto diverso, più maturo. Stare fuori mi ha fatto crescere come uomo. Ora voglio solo recuperare quella voglia di giocare davanti ai tifosi, in uno stadio che secondo me è tra i più belli”, ha proseguito Bertolacci. Che, tra le altre, in passato ha indossato anche la maglia del Genoa: “Non rinnego il passato con altri colori, ma la cosa che importa di più ora è la Sampdoria. Mi sento di dire che ripagherò sul campo la fiducia che mi è stata data e non vedo l’ora di farlo”, ha concluso.

Da De Biasi a Gattuso: il punto sulla panchina

Nel frattempo la Sampdoria continua a cercare il profilo ideale per la panchina dopo la risoluzione del contratto con Eusebio Di Francesco. Sfumato Stefano Pioli, che è sempre stato il primo obiettivo, la società del presidente Ferrero lavora su più fronti e vuole scegliere con calma il nome del nuovo allenatore. Ranieri è il sogno, molto difficile da realizzare, Iachini non decolla, De Biasi invece una pista molto più percorribile: tra le parti c’è già stato un primo incontro, con il discorso che potrebbe essere presto ripreso. Samp che continua a lavorare anche a Gattuso: contatti positivi tra le parti, con l’ex Milan, che ha dato primi segnali di apertura dopo la freddezza dei giorni scorsi, che sta valutando insieme al suo staff se accettare o meno la proposta blucerchiata.


Fonte: https://sport.sky.it/rss/sport_calciomercato.xml


Tagcloud:

Fiorentina, a gennaio nuovo tentativo per Berge

Napoli, proposto biennale a Mertens e Callejon