in

Samp, in arrivo Maroni: chi è “Gonzalo Maravilla”

Il nodo allenatore è ancora da sciogliere in casa Sampdoria, ma la società blucerchiata continua a lavorare senza sosta per costruire una rosa sempre più competitiva. E in questo senso il club del presidente Ferrero sta per mettere a segno un’interessante operazione in prospettiva. Mirino ben puntato ed obiettivo individuato, la Sampdoria sta chiudendo per Gonzalo Maroni, trequartista argentino di proprietà del Boca Juniors. Classe ’99, giocatore dotato di grande tecnica e numeri che hanno attirato l’attenzione di diversi club in Europa, Maroni nell’ultima stagione ha giocato in prestito con il Talleres, nel massimo campionato argentino, collezionando 17 presenze condite anche da 2 gol. Dopo le voci di un interesse blucerchiato circolate in Sudamerica nell’ultimo periodo, adesso è stato trovato l’accordo totale e la Samp starebbe aspettando soltanto i documenti per definire l’affare. Operazione in via di definizione in prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 15 milioni, con la Sampdoria che presto potrebbe abbracciare il suo nuovo trequartista: in arrivo a Genova ecco Gonzalo Maroni.

Chi è “Gonzalo Maravilla”: dall’idolo Dybala all’interesse del Milan

Un prospetto davvero interessante, sul quale la Sampdoria ha messo le mani per prima anticipando la concorrenza di diversi altri club in Europa. Tra questi anche il Milan, che appena un anno e mezzo fa era stato molto vicino al giocatore. 20 anni compiuti a marzo, fisicamente non troppo strutturato e piuttosto esile, Maroni fa della tecnica e della visione di gioco i suoi punti di forza. Un vero e proprio enganche – così come si dice in Argentina -, un trequartista puro, capace di fare da raccordo tra il centrocampo e l’attacco e illuminare il gioco con numeri d’alta scuola. Considerato tra i profili più promettenti del calcio argentino, Maroni è un punto fermo della Nazionale Albiceleste Under 20, con la quale ha appena disputato il Mondiale di categoria. Le giocate continue nel corso della sua breve carriera gli hanno permesso di meritarsi il soprannome di “Gonzalo Maravilla”. Nato e cresciuto a Cordoba, la stessa città di Paulo Dybala, secondo alcuni può essere ritenuto l’erede dell’attaccante della Juventus, vero e proprio idolo di Maroni, il quale in più occasioni non ha nascosto la sua ammirazione per la Joya: “Paulo Dybala è il mio idolo, non solo perché entrambi siamo cresciuti nell’Instituto, ma anche perché è un modello di riferimento come calciatore. Poter giocare con lui un giorno sarebbe magnifico“. Considerando le caratteristiche, però, più che Dybala Maroni ricorda un altro illustre concittadino, Javier Pastore, mentre un altro giocatore al quale è stato paragonato è Pablo Aimar. Adesso toccherà a lui dimostrare tutto il suo valore in Italia: l’accordo con la Sampdoria è a un passo.


Fonte: https://sport.sky.it/


Tagcloud:

Milan, ore decisive per l’annuncio di Giampaolo

Real esagerato: spesi 300 mln in due settimane!