in

Nakamura con Miura a Yokohama: attacco da 93 anni

Lo ricordano i tifosi della Reggina, merito di un sinistro educatissimo che faceva sognare il Granillo ai tempi della Serie A. Parentesi italiana da ricordare per Shunsuke Nakamura, trequartista che in amaranto accumulò 87 partite totali con 12 gol, bottino che contribuì all’influenza del calcio giapponese in Europa negli anni a seguire. Tre anni in Calabria fino al 2005 prima del trasferimento al Celtic (4,2 milioni di euro), tappa seguita dalla magra avventura all’Espanyol e dal ritorno in Giappone: Yokohama F Marinos, Jubilo Iwata e da oggi Yokohama FC. Nessuna intenzione di ritirarsi per Nakamura che, a 41 anni appena compiuti, abbandona la massima serie nazionale per una nuova sfida nella J2 League (Serie B giapponese). A fare notizia, oltre al trasferimento di una celebrità in patria, sarà il tandem che costituirà nel nuovo club.

Nakamura-Miura: dal Giappone l’attacco più vecchio del mondo

Partner d’attacco in squadra di Nakamura sarà infatti Kazuyoshi Miura, infinito protagonista del calcio giapponese che gioca ancora all’età di 52 anni. Già, perché la punta classe 1967 rappresenta uno dei veterani assoluti nel panorama mondiale con 13 maglie indossate in una carriera iniziata nel lontanissimo 1986. Tutto iniziò al Santos, oltre trent’anni fa per Miura che dal Brasile visse pure una stagione in Italia: era il Genoa 1994/95, primo giapponese in Serie A con 21 presenze e un gol segnato nel derby poi perso 3-2 contro la Sampdoria. Escluso un breve prestito al Sydney FC nel 2005, l’ex rossoblù milita esclusivamente in Giappone dal 1999 e da 13 anni è legato al Yokohama FC: è suo il gol più anziano nella storia del calcio, segnato a 50 anni e 14 giorni il 12 marzo 2017 battendo il primato che apparteneva a Stanley Matthews. E nella prossima stagione ritroverà in squadra Nakamura dopo una manciata di gare insieme in Nazionale, attacco da 93 anni per una coppia da record decisamente votata all’esperienza.


Fonte: https://sport.sky.it/


Tagcloud:

Marcano torna al Porto, alla Roma 3 milioni

Karamoh-Parma, è fatta: arriva a titolo definitivo