in

Tutti in classe, il presidente Mattarella inaugura l'anno a L'Aquila

Tutti a scuola. Manca la Puglia, che comincia mercoledì, ma è oggi l’avvio ufficiale dell’anno, con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il neoministro a L’Aquila per la cerimonia ufficiale in una delle scuole simbolo del terremoto di dieci anni fa.

Sono oltre 7,5 milioni gli alunni tra i banchi, e più di 800mila i professori in cattedra. Ma quest’anno sarà segnato dal record di supplenti: . Al pettine sono venuti i nodi del reclutamento: concorsi non avviati, graduatorie esaurite e il problema, che farà saltare la continuità didattica, delle settemila maestre con il diploma magistrale assunte con riserva e che ora, dopo che si sono pronunciati i giudici del Consiglio di Stato, vengono licenziate. In più ci sono i 15.371 docenti sostituiti da precari. 

Le sfide: aumenti di stipendio e lotta al precariatoDentro questo primo giorno di scuola – i primi a partire in realtà sono stati gli alunni di Bolzano (5 settembre) e del Piemonte (9 settembre) – ci sono i sogni, le aspettative, le emozioni di chi comincia per  la prima volta un ciclo: il debutto alla materna, alla primaria, il salto alle medie e il passaggio alle superiori. E molte sfide che attendono il sistema dell’istruzione. Domani il ministro Fioramonti incontrerà i sindacati che reclamano l’avvio del rimasto sospeso col cambio di governo. Intanto annuncia: “Ritengo che sia imprescindibile avere un miliardo in più per l’università e per il sistema di ricerca, e per la scuola ne servirebbero perlomeno il doppio; quindi la cifra di 3 miliardi”.Il problema sarà reperire le risorse: “Spetta al governo nella sua interezza e ovviamente al ministero dell’Economia e finanze – ha aggiunto Fioramonti -. Mi sono permesso nei mesi passati di dare delle indicazioni sull’introduzione di possibili meccanismi che potrebbero da un lato generare delle risorse, e dall’altro diminuire i consumi che fanno male alla società. A me è stato insegnato che quando chiedi dei soldi devi anche dare delle indicazioni su dove si possono trovare”.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/scuola_e_universita/rss2.0.xml


Tagcloud:

Iss: nessun piano su un'eventuale stretta alle sigarette elettroniche

Governo: Zingaretti, ora al lavoro