in

Manovra: Lega insiste su flat tax e minibot

Mentre l’Ue insiste per una correzione dei conti italiani la Lega resta in pressimg sulla riduzione delle tasse. E il goveno è alle prese anche con la questione di minibot sulla quale il Carroccio torna a pressare Tria. 

“La manovra economica ci sarà, il governo ci sarà se scommette sulla scelta di tagliare le tasse“, avverte Matteo Salvini in conferenza stampa a termine del Consiglio federale della Lega a Milano. “Se qualcuno dicesse facciamo la manovra e non tocchiamo le tasse, non la fanno con me la manovra economica” ha detto Salvini. Quello di abbassare le tasse “è un obiettivo comune a tutte le componenti del governo, a tutte le forze politiche quindi anche al presidente del consiglio. E’ scritto nel contratto di governo. Faremo di tutto per perseguirlo. Ovviamente, tenendo i conti in ordine, questo sì“, replica il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha risposto ai giornalisti che – a margine del vertice dei Paesi europei del sud Europa – chiedevano se fosse compatibile l’obiettivo di abbassare le tasse e rispettare le richieste europee.

“Se si guarda al responso delle europee – ragiona Di Maio – in ogni caso la prossima manovra toccherà alla Lega, è una loro responsabilità innanzitutto, oltre che del governo. Hanno vinto loro le elezioni Ue e se vinci le europee è giusto che tu ti assuma qualche responsabilità. Da parte nostra il massimo sostegno. Tagliare le tasse è un dovere morale oltre che politico”. 

Altro fronte caldo è quello dei minibot. Tria non è d’accordo? “Lo convinceremo”, dice il presidente della commissione Bilancio, il leghista Claudio Borghi. Al ministro dell’Economia Giovanni Tria, contrario allo strumento dei minibot, “la prossima settimana chiederemo se ha idee più efficaci per pagare i debiti nei confronti delle famiglie e delle imprese“, dice Salvini in conferenza stampa nella sede della Lega. “Quello – ha detto Salvini – è un provvedimento approvato all’unanimità dal Parlamento italiano. Da ministro non dico se mi piace o non mi piace ma, se me lo chiede il parlamento, lo faccio”. 


Fonte: http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/politica_rss.xml

Zingaretti, da Lotti gesto responsabile

Conte vede Macron, dialogo aperto su conti e nomine Ue