in

Governo, oggi è il giorno di Conte. Attesa per il discorso in Senato

Oggi sarà la giornata chiave per la crisi di Governo. Alle 14:30 è in programma la conferenza dei capigruppo, poi alle 15 le comunicazioni di Giuseppe Conte al Senato. Dopo l’intervento del premier comincerà il dibattito e si potrebbe arrivare al voto sulle risoluzioni.

Conte potrebbe però giocare d’anticipo e annunciare direttamente la sua intenzione di dimettersi. Di Maio si affida a Mattarella, affermando che Salvini ha “combinato un disastro” e che un governo con Renzi, Lotti e Boschi è solo una “bufala della Lega”.

L’ex segretario del Pd chiarisce: “Mi sembra saggio che nessuno di noi stia dentro il governo, io non ci sarò. Nessuno di noi chiede la benché minima poltrona”. E Salvini chiarisce: “Ritirare i ministri? Dipende da quello che dice Conte”.

“Caro Giuseppe oggi è un giorno importante – ha scritto su Facebook il vicepremier Luigi Di Maio -. Il giorno in cui la Lega dovrà rispondere delle proprie colpe per aver deciso di far crollare tutto, aprendo una crisi in pieno agosto, in spiaggia, solo per ricorrere i sondaggi. Oggi al Senato, i ministri M5S saranno al tuo fianco. Ci presenteremo a testa alta. Qualunque cosa accada volevo dirti che è stato un onore lavorare insieme in questo governo. Se una perla rara, un servitore della Nazione che l’Italia non può perdere”. 

Governo, oggi le comunicazioni di Conte al Senato

GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

Comunicazioni di Giuseppe Conte nell’aula del Senato, al via alle 15.

Alle 14.30 si riuniranno i capigruppo dei vari partiti di Palazzo Madama. Obiettivo, definire le modalità e i tempi del dibattito, se ci sarà, dopo l’intervento del premier. Si saprà inoltre se al termine dell’informativa, verranno presentate eventuali risoluzioni da parte dei parlamentari. 

In mattinata una riunione dei senatori della Lega.


Fonte: http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/politica_rss.xml

Pd, forfait Fico a Ravenna. Renzi c'è

Pd: Rosato, 75mila firme contro Salvini