L'industria rialza la testa: produzione in crescita a febbraio

MILANO – Si consolidano i segnali di ripresa dell’industria. Secondo i dati diffusi oggi dall’Istat la produzione è cresciuta dello 0,8% rispetto a gennaio, mettendo a segno la seconda variazione congiunturale positiva, dopo quattro mesi di cali resgitrati a fine 2018.

Anche su base annua – rileva l’Istat – c’è una modesta dinamica espansiva, con un aumento dello 0,9% nei dati corretti per il calendario, la prima dal mese di ottobre 2018, sostenuta principalmente dal buon risultato ottenuto dai beni di consumo (+4,7% su base annua, +3,2% sul mese) e, in misura inferiore, dai beni strumentali (+1,5% su anno, +1,1% sul mese).

I beni intermedi calano dell’1,1% rispetto al 2018 (su mese +0,2%) mentre diminuisce ancora di più il comparto dell’energia (-4,1% su anno, -2,4% da gennaio).

I settori di attività economica che registrano le variazioni tendenziali positive più rilevanti sono le industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (+11,7%), la produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+5,3%) e la fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (+4,4%). Le flessioni più ampie si registrano nella fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-13,9%), nell’industria del legno, della carta e stampa (-5,4%) e nella fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (-2,8%).

“Nonostante questo andamento positivo, la variazione congiunturale degli ultimi tre mesi continua a evidenziare un segno negativo, seppur di entità notevolmente ridotta”, osserva l’Istat, con un calo dello 0,3% rispetto ai tre mesi precedenti.


Fonte: http://www.repubblica.it/economia

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta