Istat, ecco la pagella all'Italia sostenibile

L’Istat registra un “moderato progresso” dell’Italia nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’agenda 2030 dell’Onu negli ultimi cinque anni (aggiornati al 2017). Restano al tempo stesso aree di difficoltà soprattutto in Sicilia, Calabria e Campania. In particola sul fronte della povertà “elementi di problematicità” emergono anche in Liguria, Valle D’Aosta e Piemonte.

Alcuni degli obiettivi vedono passi indietro in particolare sul fronte della salute, delle città e della terra. Continua ad aumentare il consumo di suolo (14 ettari al giorno nel 2017), segna una battuta d’arresto il calo del livello di inquinamento atmosferico da percolato e tornano ad aumentare nel 2017 i decessi in incidenti stradali, “allontanando” la possibilità di raggiungere l’obiettivo di dimezzare i morti tra 2010 e 2020. “Ciò che viene proposto oggi è in continua evoluzione perché l’obiettivo  dell’Agenda 2030 è quello di far sì che nessuno resti indietro”, afferma il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo, presentando il rapporto Sdgs 2019.  


Fonte: http://www.repubblica.it/economia

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta