Def, per lo Svimez la ricaduta della flat tax svantaggia il Sud

MILANO – Lo Svimez, in audizione sul Def, mette nel mirino le misure previste e abbozzate dal governo di Lega e M5s in relazione alle loro ricadute territoriali. Per la tassa piatta – che la Lega vorrebbe al 15% fino a 50mila euro – in sostituzione del meccanismo Irpef con relative detrazioni e deduzioni, la diagnosi è che “non appare in grado di corrispondere al necessario rilancio della domanda interna”. Per l’Istituto, la modifica del Fisco sui redditi da lavoro, al di là dell’impatto sui conti pubblici, “avrebbe una ricaduta territoriale fortemente asimmetrica, a svantaggio del Mezzogiorno, l’area con redditi più bassi”. Secondo il direttore Luca Bianchi, anche eventuali aumenti dell’Iva o riduzioni della spesa pubblica “avrebbero un impatto significativamente maggiore sul Mezzogiorno” risultando “insostenibili”.


Fonte: http://www.repubblica.it/economia

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta