in

Ragazzi e prof in rete. C'è Repubblica scuola

E alla fine il traguardo nemmeno immaginabile è giunto: Repubblica@Scuola compie vent’anni. Ovviamente, alla sua nascita, quella “chiocciola” che ormai condiziona le nostre vite era solo un richiamo al futuro. Arrivava nelle scuole con le copie di Repubblica innescando un complesso meccanismo di partecipazione fino a far realizzare un giornale ad ogni istituto. E questo non è certo cambiato, si è solo moltiplicato online, seguendo i ragazzi (e tutti noi) sugli strumenti di comunicazione che evolvevano.

È il 2008, Repubblica@Scuola si trasforma in un sito sempre più grande che raccoglie le migliaia di siti gestititi dalle scuole. Un avveniristico esperimento di giornale online realizzato dai ragazzi che un anno dopo viene premiato dalla World Association of Newspapers, l’associazione mondiale degli editori, come migliore iniziativa editoriale nel mondo a favore dei teenager. Una lunga corsa. Intensa e appassionata.

Lo scorso anno è stata raggiunta la cifra record di 135 mila contributi pubblicati da studenti e studentesse, e la nostra comunità continua a crescere. Ne fanno parte più di 260.000 ragazzi, 12.000 professori e 2.300 scuole. Sono numeri che ne fanno una piattaforma unica, di lavoro e divertimento intellettuale, che propone ai ragazzi di sperimentarsi con tutte le forme di giornalismo durante i mesi di scuola. E che è già ripartita, con l’anno scolastico. Con le proposte settimanali di articoli da scrivere, didascalie, foto, nel campionato degli studenti. Con collaborazioni prestigiose con Comix, Imun, National Geografic, Msf per citarne solo alcune. E l’esperienza di scuola-lavoro con un grande corso interattivo di giornalismo. Infine il premio Atlante alla sua seconda edizione, per i docenti. Che, di fatto, sono il vero motore nascosto delle migliaia di “redazioni” sparse nelle scuole italiane.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml


Tagcloud:

Viaggi e casa per il figlio, ambasciatore indagato per corruzione

Vuelta, marijuana su terrazzo scoperta con elicottero durante tappa in Spagna