in

Noto, un tappeto di fiori per celebrare gli italiani d'America

Un tappeto di fiori per celebrare gli italiani d’America. Quelli che ce l’hanno fatta con la fatica, la fantasia e la determinazione. La quarantesima edizione dell’Infiorata di Noto, nella capitale del barocco, è dedicata quest’anno ai nostri talenti che si sono imposti dall’altra parte della luna. E alcuni di questi sono stati invitati in Sicilia dove nel weekend si festeggia il loro ritorno. C’è il fotografo di sei presidenti degli Stati Uniti Santi Visalli, che ha portato anche alcune delle sue foto più famose, c’è Anna Maria La Bianca che ha creato i foulard più amati da Michelle Obama, ci sono le pagine di un libro uscito qualche anno fa per la Vittorietti Editore nel quale il giornalista di Repubblica Lucio Luca ha ricostruito una ventina di storie di italiani di successo negli States, “Dall’altra parte della luna” appunto.

«L’edizione di quest’anno – spiega il sindaco di Noto Corrado Bonfanti – ci permetterà di parlare dei nostri conterranei, dei loro sforzi e delle loro storie, alcune di successo e altre di insuccesso. Il nostro è un atto d’amore e riconoscenza, in un attimo storico particolar come quello che stiamo vivendo quando si parla di emigrazione». Già da martedì gli infioratori netini hanno cominciatoa disegnare i bozzetti sul selciato mentre oggi nel cortile dell’ex scuola Littara ci sarà la “Festa del taglio dei fiori”, ovvero la preparazione dei petali che serviranno per trasformare via Nicolaci in un lungo tappeto colorato. 

Domani sarà il giorno delle inaugurazioni. Alle 16 dalla Porta Ferdinandea partirà il lungo corteo degli infioratori, aperto dai Musici e Sbandieratori Città di Noto. Alle 16.30 foto di rito in piazza Municipio e alle 17 il tradizionale taglio del nastro in via Nicolaci che darà il via alla realizzazione dei bozzetti infiorati. Alle 17.45 l’inaugurazione nella Sala Gagliardi di Casa America, a cura dell’Accademia di Belle Arti di Catania, seguita dall’inaugurazione della mostra fotografica di Santi Visalli (ore 18 – Cortile del Convitto delle Arti) dal titolo “E le stelle stanno a guardare” e dalla presentazione del libro “Dall’altra parte della luna”. La festa dei fiorni andrà avanti fino a domenica sera.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml


Tagcloud:

Decifrato il libro del mistero: arriva da Ischia il manoscritto Voynich

Ex Ilva, a Taranto crolla carroponte: nessun operaio ferito. I sindacati: “Sfiorata la strage”