in

Gallipoli, vasto incendio nell'area protetta: un morto. Evacuato un hotel

Un vasto incendio è scoppiato nel primo pomeriggio nel parco naturale di Punta Pizzo, a Gallipoli, alimentato da un forte vento di scirocco. Il rogo è partito dalla litoranea vicino a un parcheggio abusivo, sequestrato anni fa alla criminalità organizzata e già oggetto di tre incendi nelle ultime due settimane.

Un corpo completamente carbonizzato è stato trovato durante le operazioni di bonifica. Al momento non è chiaro se si tratti di un uomo o di una donna e se la morte sia stata causata proprio dall’incendio o se fosse antecedente.

Le fiamme hanno attraversato in breve la pineta, distruggendo la vegetazione del lato mare. Provvidenziale l’intervento di un Canadair che, arrivato da Lamezia Terme per contribuire alle operazioni di spegnimento dei Vigili del fuoco, ha bloccato il fronte del fuoco, che era arrivato a lambire l’albergo Le Sirene, fatto evacuare per precauzione: gli ospiti sono stati fatti uscire dalle proprie stanze e sistemati nella hall.

Paura anche tra i bagnanti, alla vista delle fiamme sulla scogliera. La situazione ora è tornata sotto controllo. Ingente il danno ambientale secondo il responsabile di Legambiente Gallipoli, Maurizio Manna. La vegetazione distrutta è infatti la fascia più sensibile del parco, quella dei 12 metri che si affacciano sulla scogliera, dove crescono i ginepri. 


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml


Tagcloud:

Di Maio, se coscienza ok niente timori

Lega: Salvini, ok indagini ma in fretta