in

Aereo caduto in Etiopia: a bordo anche Sebastiano Tusa, archeologo e assessore Regione Sicilia

Nella lista dei 157 passeggeri del volo dell’Ethiopian Airlines precipitato oggi figura anche l’assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana Sebastiano Tusa, archeologo di fama internazionale, sovrintendente del Mare della Regione. Tusa era diretto in Kenya, per un progetto dell’Unesco, dove era già stato nel Natale scorso insieme con la moglie, Valeria Patrizia Li Vigni, direttrice del Museo d’Arte contemporanea di Palazzo Riso a Palermo. Sono otto le vittime italiane dello schianto in Etiopia, tra queste anche tre volontari di una Onlus di Bergamo.

Tusa era un instancabile animatore di progetti archeologici, ne aveva organizzati in Pakistan, Iran e Iraq. Aveva anche una grande passione per la divulgazione scientifica: nel 2008, aveva realizzato un film documentario con Folco Quilici, sulla preistoria mediterranea a Pantelleria. Nell’aprile dell’anno scorso, il governatore della Sicilia Nello Musumeci l’aveva nominato assessore ai Beni Culturali, in sostituzione di Vittorio Sgarbi. “Per me una nuova sfida – diceva – dopo la ricerca sul campo, l’amministrazione dei beni culturali”.

Tusa proseguiva comunque la sua attività accademica. Era docente di Archeologia Marina nel corso di laurea triennale in Biologia Marina, con sede a Trapani, dell’Università Palermo. Era anche professore di Paletnologia presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e docente alla Scuola di Lettere e Beni culturali dell’università di Bologna.


Fonte: https://www.repubblica.it/cronaca


Tagcloud:

Varese, studente in gita scolastica in Trentino precipita dal balcone dell'hotel: gravissimo

Grosseto, due caccia in volo per un aereo sparito dai radar