Monetine, addio senza rimpianti a 1 e 2 centesimi. Ma nelle tasche ne restano ancora 7 miliardi

MILANO – Servirebbero almeno 400 autoarticolati da 44 tonnellate di carico, un grande parcheggio e un piccolo sconto. Ma tecnicamente l’operazione è fattibile: se gli italiani mettessero insieme tutte le monetine da 1 e 2 cent raccolte a casa nei propri salvadanai e banche e negozi facessero lo stesso, con la più grande colletta della storia del calciomercato, si potrebbe quasi comprare il cartellino di Cristiano Ronaldo. Novantotto milioni di euro in contanti, o quasi.

Solo una delle tante ipotesi. D’altra parte una qualche utilità per i 7 miliardi di ramini ancora in circolazione andrà prima o poi trovata. Dal 1 gennaio del 2018 la Zecca non conia più i due tagli più piccoli delle monete, i negozi sono autorizzati ad arrotondare per difetto ed eccesso, e quindi a non restituire il resto in monetine, che un po’ per volta cominciano anche a sparire dai nostri portafogli, pur mantenendo però il corso legale, vale a dire che qualsiasi negozio è sempre autorizzato ad accettarle. Quel che è certo è che nessuno ne sente la mancanza. A ridosso dell’approvazione della norma, nel 2017, si temevano possibili disagi per gli esercenti a causa degli arrotondamenti o problemi di approvvigionamento. A un anno dallo stop al conio però il bilancio è positivo.

Mini risparmio per lo StatoLe prime ad avere guadagnato dallo stop al conio sono le casse pubbliche. I numeri, modesti per la verità, sono certificati dalla relazione tecnica del dl 50/2017 che ha introdotto la norma. Produrre una moneta da un centesimo costa poco meno del suo valore: 0,00906 euro. Farne una da due è un po’ più caro: 0,001136 (poco più di un centesimo). Morale: tenendo conto che per l’ultimo anno di produzione sono stati commissionati 260 milioni di pezzi da 1 centesimo e 150 milioni di pezzi da 2 centesimi e che l’addio ai ramini ha comportato un maggior fabbisogno di monete più “grandi”, lo Stato ha previsto complessivamente un risparmio di 1,87 milioni di euro.

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta