Van Vleuten eroica, 90 km con la gamba rotta

Annemiek Van Vleuten è stata una delle grandi protagoniste dei Mondiali di Innsbruck. L’olandese ha conquistato la medaglia d’oro nella prova a cronometro, ma non è riuscita a realizzare la sperata doppietta nella prova in linea a causa di una frattuta alla rotula. Nonostante questo, Van Vleuten ha compiuto un’impresa eroica, chiudendo la gara in settima piazza a 7′ dalla connazionale Anna van der Breggen. Attaverso il proprio sito, la ciclista orange ha spiegato come si è procurata l’infortunio: “Non ricordo bene come è cominciata la caduta, so solo che ho avuto la sensazione di cadere e quando ho tentato di rimontare in sella mi si è girata la gamba, un po’ come succede ai calciatori”. Una volta tornata sui pedali, il dolore si è affievolito ed è riuscita a rientrare in gruppo, aiutata dalla compagna Ellen Van Dijk: “Quando è arrivato il meccanico, gli ho detto che la mia gara era finita. Ho cominciato a pedalare con una sola gamba, ma non avevo molto dolore ed ero contenta di aver ripreso il mio ritmo. In realtà ero in stato di shock“. Il destino ha voluto che la vittoria andasse alla compagna Anna van der Breggen, esattamente la stessa che conquistò l’oro olimpico a Rio proprio grazie alla terribile caduta di Van Vleuten nella discesa di Vista Chinesa, che si stava involando in solitario verso il successo. 


Fonte: https://sport.sky.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta