Nba, Hawks vincenti Ai Suns non basta Ayton

Primo assaggio di Nba per il rookie di Atlanta Trae Young il quale chiude con un poco brillante 5/16 dal campo per 11 punti. Gli Hawks superano i Pelicans, i Knicks passano al supplementare a Washington mentre Philadelphia ha la meglio su Orlando. Un super Ayton, invece, non basta ai Suns contro i Kings.

SQUADRA DELLA NOTTE Interessanti indicazioni arrivano dai 76ers che producono una buona pallacanestro, soprattutto nel primo tempo, contro i Magic. Embiid fa la differenza sotto canestro, parte alla grande firmando otto dei primi 10 punti di Phila e alla fine chiude con 21 punti e sette rimbalzi in 23’ di lavoro. Non contento a fine gare il leader dei 76ers stuzzica, come solo lui sa fare, il rookie di Orlando Mohamed Bamba sui social. Parte in quintetto, in un backcourt con Simmons, Markelle Fultz e non delude, trovando il canestro anche con un paio di conclusioni dal perimetro (una delle quali dalla lunga distanza). Proprio quello che i tifosi dei 76ers volevano vedere. Molto buono anche l’impatto dalla panchina del turco Furkan Korkmaz il quale produce 18 punti con 6/8 dal campo.

GIOCATORE DELLA NOTTE Eccellente impatto con la pallacanestro Nba, almeno quella della preseason, per la prima scelta assoluta allo scorso draft Deandre Ayton. I Suns si fanno superare dai Kings 106-102 ma l’ex giocatore di Arizona regala sprazzi di ottimo basket e alla fine mette a referto 24 punti, nove rimbalzi e tre stoppate in 30’ sul parquet. Il rookie delle meraviglie parte subito con grande energia e strappa applausi al pubblico di casa. Un primo quarto veramente buono nel quale Ayton si fa apprezzare anche a livello difensivo (cosa che non può che far piacere ai fan dei Suns). 12 punti, otto rimbalzi e tre stoppate dei punti 13 minuti, poi un fisiologico rallentamento, dovuto anche a un problema, subito risolto, a una caviglia. Nulla di preoccupante, Ayton torna a dare il suo contributo nella zona pitturata anche nella ripresa e alla fine si regala quindi un esordio Nba davvero positivo.

DA RIVEDERE Farsi espellere in una partita di preseason, peraltro giocata in un’area decisamente poco gremita, e’ qualcosa di poco comune. L’impresa però riesce a Markieff Morris il quale nel secondo quarto riceve due tecnici nel giro di pochi secondi per un evitabilissimo battibecco con il rookie newyorchese Mitchell Robinson. A fine gara il veterano di Washington non le manda a dire a Robinson. “E’ soltanto uno stupido rookie, non so nemmeno chi sia. Ho sbagliato ma non mi e’ piaciuto per nulla quello che mi ha detto. Non sapevo nemmeno che ci fosse un Mitchell nel roster dei Knicks”. Dopo essersi visto fischiare 13 tecnici la scorsa stagione (quindi assoluto nella Nba) Morris riprende subito da dove aveva terminato quindi.

RISULTATI: Atlanta-New Orleans 116-102 (Bembry 20), Philadelphia-Orlando 120-114 (Embiid 21), Washington-New York 121-124 d.t.s. (Oubre Jr. 15), Phoenix-Sacramento 102-106 (Ferrell 26)


Fonte: http://www.gazzetta.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta