Ricette per il mare: il menu leggero per chi è in vacanza

Pranzare in spiaggia è un’abitudine consolidata per molte famiglie, ma bisogna organizzare pietanze adatte al caldo e alla disidratazione dovuta alle alte temperature

Siete già partiti per il e nei vostri programmi ci sono tanti bagni, spuntini in spiaggia e una sana tintarella? Tutte cose estremamente rilassanti e rigeneranti, da fare in sicurezza, senza rischiare una brutta scottatura o peggio, un’indigestione! Fondamentale allora alimentarsi bene, scegliendo cibi freschi e leggeri, ricchi di acqua per idratarsi e di vitamina C e A, che sono antiossidanti. Per reintegrare i sali minerali persi con il caldo, poi, sono utilissimi piatti con tanto potassio e magnesio, come le insalate con frutta secca, semi di zucca e avocado. Il menu perfetto per il mare si prepara in poco tempo, con cotture semplici e veloci e tanta frutta e verdura.

Cibi da evitare 

Dovendo preparare molto tempo prima il cibo e dovendolo lasciare per ore al caldo, sarebbe meglio evitare alcuni alimenti come formaggi freschi, insaccati vari, preparazioni con creme o salse e in genere ricche di condimenti. A una lasagna o a una teglia di parmigiana di melanzane preferite un’insalata di pasta o riso, un cous cous con verdure o con pesce, spiedini di pollo o tacchino o una frittata ricca di verdure.

Sì a frutta e verdura

Inutile dire che con il caldo viene voglia di cibi freschi e leggeri. Pomodori, cetrioli, peperoni in insalata, con il classico formaggio di capra o la feta, qualche oliva e tante foglie di basilico, sono un ottimo piatto unico che sazia e non appesantisce. Se al pomodoro volete unire una sferzata di sali minerali, aggiungete avocado e semi vari, oltre a frutta secca, come noci, mandorle o pinoli. Ottime anche le macedonie miste, fatte con acini d’uva, pezzi di melone o anguria, pesche e albicocche. La cosa importante è consumare un pasto leggero e poco calorico, per non affaticare l’organismo, già provato dalle alte temperature, e ricco di acqua, per una reidratazione continua.

No all’alcol, si ai centrifugati

Con il solleone in spiaggia dimentichiamoci vino e birra e preferiamo bevande come centrifugati o semplicemente acqua. L’alcol può essere anche pericoloso per la salute: con il caldo i nostri vasi sanguigni già subiscono una importante dilatazione e l’alcol accentua questo fenomeno, con il rischio di collassi. Bene bere tanta acqua, magari addizionata con un succo di limone e con un cucchiaino di zucchero.

Contenitori adatti

Potrebbe sembrare un consiglio inutile, ma conservare i cibi a lungo in contenitori non adatti, rischia di alterarne sapori e consistenze. Per esempio, vanno benissimo acciaio e vetro per insalate di verdure o di pasta, per frutta e per frittate. Meglio evitare l’acciaio nel caso di cibi molto acidi o conditi con tanto limone. Evitate poi la pellicola, se dovete avvolgere alimenti ancora caldi o unti. Indispensabile una borsa frigo, anche se piccola, per conservare i cibi più deperibili (quelli che contengono uova, per esempio, o pesce).

Sfogliate ora il tutorial per qualche idea per una pausa sfiziosa sotto l’ombrellone


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta