Prugne secche, ecco come farle in casa

Se in casa vi avanzano le prugne, non preoccupatevi: conservandole bene se ne può ricavare uno snack sano ed equilibrato o un gustoso ingrediente per i dolci

Le sono il frutto dell’albero Prunus domestica, originario dell’Asia. Secche sono perfette come spuntino di metà mattina o per fare una merenda sana e equilibrata, grazie alle loro proprietà energizzanti, toniche e depurative. Al supermercato si trovano facilmente, ma per chi ne ha in abbondanza, è utile sapere come fare le prugne secche in casa, per non essere costretti a buttare i frutti che non si riescono a mangiare freschi.

Come fare le prugne secche, il procedimento

Il procedimento per fare essiccare le prugne Ã¨ abbastanza semplice, anche se richiede un po’ di tempo. Per prima cosa bisogna lavare e asciugare accuratamente le prugne. Nel frattempo si porta a ebollizione una pentola d’acqua sufficiente a contenere i frutti che si hanno a disposizione. Questi non vanno cotti, ma devono solo essere scottati, quindi immersi in acqua per non più di un minuto. Quando la buccia sarà gonfia, le prugne vanno scolate e distese su delle griglie per farle asciugare. Se il tempo è clemente e si ha lo spazio necessario, si possono anche mettere ad essiccare al sole. In caso contrario vanno infornate a una temperatura intorno ai 50 o 60 gradi e lasciate dentro con lo sportello semichiuso per un paio di ore.

Meglio togliere il nocciolo

Una volta che la buccia si è rattrappita, ma non è ancora del tutto secca, è il momento del passaggio più laborioso: le prugne vanno snocciolate, una ad una. Questa operazione può essere fatta anche all’inizio, l’unico inconveniente è che i frutti in questo caso vanno tagliati a metà per poter essere privati del nocciolo, quindi non avranno poi la compattezza che si è abituati a vedere e gustare normalmente. Una volta denocciolate, le prugne vanno rimesse in forno per un’altra mezz’ora, in modo da completare l’essiccazione. Ovviamente la prugna, una volta secca, perde parte della massa che la compone, soprattutto in termini di acqua ed è più zuccherina del frutto fresco. In linea di massima, se dieci prugne fresche pesano all’incirca 250 grammi, la stessa quantità essiccata avrà un peso di 55 grammi. Oltre ad essere consumate da sole, le prugne secche si possono usare come ingredienti per preparare dei dolci, come i o anche dei gustosi secondi piatti, ad esempio le .


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta