Il carpaccio di pesce: come si prepara e 5 proposte

Un piatto leggero, fresco e invitante, che si prepara in poco tempo. Bastano fettine di pesce crudo, una salsa a base di olio, limone, senape o maionese. Ecco qualche consiglio e cinque ricette dal dentice alle uova

All’inizio fu il carpaccio solo e soltanto di carne. La storia tramanda che a inventare questo piatto fu Giuseppe Cipriani, il proprietario dello Harry’s Bar di Venezia, che, per compiacere la contessa veneziana Amalia Nani Mocenigo a cui il medico aveva raccomandato una dieta rigidissima, a base, tra le altre cose, di carne cruda, inventò un condimento con maionese, senape e salsa Worcestershire per servire del filetto di manzo tagliato molto sottile. E siccome in quei giorni a Venezia non si parlava d’altro che di una bellissima mostra del Carpaccio, Cipriani decise di dare questo nome alla sua creazione, ritrovandoci nuance di rossi e di gialli così simili a quelli presenti nelle tele del pittore veneziano.

Negli anni per preparare il carpaccio si è utilizzato anche il pesce, filetti di branzini, pesce spada, salmone, orate, tutti ben puliti e spinati e lasciati in frigorifero a macerare con emulsioni di olio e limone o salsine a base di maionese e senape. Servono pochi ma selezionati ingredienti: del pesce freschissimo e abbattuto, un olio di oliva di buona qualità e spezie o erbe aromatiche profumate. Ecco qualche suggerimento per portare in tavola un carpaccio di pesce che potrete servire sia come antipasto sia come secondo.

Carpaccio di dentice con salsa di menta

Prendete 300 g di filetti di dentice, tagliateli molto sottili, irrorateli con del succo di limone e lasciateli in frigorifero. A parte mettete della mollica di pane a macerare in una ciotola spruzzata con dell’aceto, toglietela, strizzatela e sminuzzatela in un mortaio con 2 acciughe, 1 cucchiaio di capperi, uno di zucchero e due di olio. Aggiungete qualche fogliolina di prezzemolo tritato e di menta fresca, mescolate e lasciate riposare la salsina per almeno 30 minuti. In seguito bagnate le fettine di dentice con la salsa alla menta e lasciate riposare in frigo per un’ora prima di servire.

smoked salmon

Carpaccio di orata, pesche e lime

Pulite e asciugate i filetti di orata, togliete la pelle e tutte le spine e lasciateli a riposare in frigorifero. A parte prendete una pesca noce, pulitela e tagliatela a fettine sottili. In una ciotola mescolate il succo di mezzo lime, dello zenzero grattugiato, uno spicchio di aglio tagliato a fettine, del pepe rosa, sale e olio. Emulsionate e distribuite sulle fettine di orata, lasciando macerare il tutto per almeno un’ora in frigorifero. Prima di servire disponete le fettine di pesca su un piatto, adagiatevi sopra il pesce condito con la salsina e portate in tavola.

Carpaccio di pesce spada e olive

Per un tuffo nei sapori della cucina siciliana, preparate delle fettine sottili di pesce spada, conditele con del succo di limone, olio, sale e pepe. Snocciolate una manciata di olive sia nere sia verdi e ricoprite con queste i filetti di pesce. Coprite con un foglio di pellicola e lasciate riposare in frigorifero per un’ora. Al momento di servire disponete su un piatto da portata dello spinacino condito con olio e sale e poneteci sopra le fettine di pesce spada condite con le olive. Potete accompagnare con dei crostini di pane abbrustoliti e spruzzati di olio.

Carpaccio di spada e melanzane

Ancora un tributo ai sapori siciliani: per prima cosa affettate a quadrotti una melanzana, fatela dorare in abbondante olio e lasciatela da parte. In una pentola fate soffriggere della cipolla a fettine, del sedano tagliato a rondelle, un cucchiaio di salsa di pomodoro, qualche pinolo tostato, delle olive verdi tagliate a pezzetti, un cucchiaino di capperi dissalati e dell’uvetta sultanina strizzata. Fate cuocere per qualche minuto e poi aggiungeteci le melanzane. Affettate il pesce spada e disponetelo su un piatto da portata. Condite il pesce con un cucchiaino di salsa di soia e poi ricopritelo con la salsa di melanzane. Guarnite con foglie di basilico fresco e servite.

Carpaccio con uova di pesce

Per questo piatto potete usare sia del salmone sia del branzino oppure dell’orata. Pulite i filetti di pesce, tagliateli a fettine sottili e disponeteli su un piatto da portata dove avrete sistemato delle carote e dei finocchi tagliati a julienne. Condite con una salsina ottenuta frullando olio, succo di lime e un pizzico di sale. Distribuite sulle fettine di pesce e lasciate marinare per 30 minuti in frigorifero avvolto tutto da una pellicola. Poco prima di servire distribuite le uova di salmone sul carpaccio e portate in tavola.


Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta