5 motivi per mangiare la cherimoya

Tutti i segreti della cherimoya, un frutto tropicale che unisce dolcezza e ricchezza di nutrimenti. Ecco perché provarlo

Poco conosciuta in Italia, la cherimoya è un frutto tropicale che sta vivendo un momento di crescente popolarità. Originaria dell’America del Sud, è attualmente coltivata anche in Calabria e in Sicilia ed è stata definita dallo scrittore Marc Twain «il frutto più delizioso che l’uomo conosca». E noi, che l’abbiamo assaggiata, non possiamo non dargli ragione.
Ecco allora 5 buoni motivi per assaggiarla e imparare a conoscerla.

Il sapore

Potrebbe sembrare banale, ma è davvero raro assaggiare un frutto dal sapore così ricco. Un lontano aroma di vaniglia, la polpa carnosa e una consistenza burrosa che invita a mangiare la cherimoya come fosse un budino. Se dovessimo ritrovare nel suo sapore dei riferimenti conosciuti potremmo dire che è un mix tra banana, fragola, pera, ananas. Ma a differenza dei frutti più conosciuti questo è caratterizzato da note aromatiche avvolgenti e un sapore vellutato. Tagliato a metà e servito con un quadratino di cioccolato bianco è un dessert perfetto ed equilibrato. Se lo mettete in freezer, poi, ricorderà un gelato. Occhio ai semi però, vanno eliminati e mai ingeriti.

I sali minerali

Soprattutto durante l’estate, è importante assumere le giuste quantità di sali minerali per assicurarsi un rimedio naturale contro la stanchezza e la disidratazione. Le buone quantità di potassio presenti nella cherimoya invitano ad assumerla con costanza, beneficiando anche della sua capacità di regolare la pressione arteriosa.

Le vitamine

La cherimoya è molto ricca delle vitamine A e C. Per questo motivo è preziosa per la vista, per le ossa, è antiossidante e ideale per sedare eruzioni cutanee e acne.

Le fibre

Grazie all’importante presenza di fibre nella polpa, la cherimoya è consigliata per regolare il transito intestinale e depurare l’organismo. Nonostante questa peculiarità, però, non bisogna eccedere con le quantità: 100 g di frutta contengono circa 70 kcal.

Le ricette

L’ultima buona ragione per provare la cherimoya sono le favolose ricette che potrete preparare. Questo frutto, che è buonissimo anche al naturale, è perfetto come base per ricette golose e salutari. Eccole nella gallery qui sotto:

Sfoglia la gallery

Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta