Italo rifà il look alle poltrone di Prima: studiate per migliorare la postura

I nuovi sedili sono interamente blu con decorazioni rosse sui poggiatesta, e soprattutto sono stati sviluppati tenendo conto delle posture e delle posizioni assunte più di frequente dai passeggeri. Italo rifà il look alle poltrone dell’ambiente Prima degli Agv 575: entro fine anno i 25 treni avranno nuovi sedili ergonomici realizzati dalla C&G Kiel Italia. La società ha creato le sedute basandosi sulle pubblicazioni scientifiche che vaolutano le posizioni assunte dai viaggiatori, così da costruirle con l’obiettivo di far assumere al passeggero una corretta postura. Le nuove poltrone, che già ora si trovano su circa metà della flotta Agv, sono realizzate interamente in pelle, anche per combattere lo scolorimento e l’abrasione,e  rispondono a rtutti i requisiti di sicurezza in materia di comportamento al fuoco.Il simulatore di Italo: così i macchinisti si esercitano sulle linee ferroviarie virtualiNelle scorse settimane Italo ha presentato anche il suo primo report di sostenibilità aziendale raccontando quanto fatto dall’azienda in materia di ambiente, sicurezza, tecnologia, persone, governance, territorio e comunità. A partire dai treni costruiti con materiali riciclabili al 98 per cento, alle tecnologie che permettono di ridurre le emissioni di CO2 nell’atmosfera fino alla riduzione della carta del 95 per cento dal 2015 ad oggi grazie all’introduzione di device elettronici in dotazione al personale. Per quanto riguarda la sicurezza su tutti i treni Italo ci sono i defibrillatori, fin dal marzo 2016 e  da inizio 2018 è partito un progetto dedicato a tutto il personale che verrà formato e certificato dopo aver frequentato un corso sulla rianimazione cardiopolmonare e le manovre di disostruzione. A Roma Termini, infine, c’è il simulatore di guida che riproduce fedelmente le tratte ferroviarie permettendo ai macchinisti di esercitardi virtualmente anche in situazioni di criticità.


Fonte: http://www.repubblica.it/economia

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta