Il governo apre a una revisione del deficit, lo spread cala a 285 punti

MILANO – Il del governo sugli obiettivi di finanza pubblica ridà aria ai Btp: lo spread con i Bund tedeschi a dieci anni cala nettamente in apertura di giornata, portandosi in area 285 punti base della chiusura di ieri sera. In un vertice, ieri sera i rappresentanti della maggioranza di Lega e M5S hanno tenuto fermo l’obiettivo di portare il rapporto deficit/Pil al 2,4% per il 2019. Ma di fronte alle pressioni di Bruxelles, con le dichiarazioni ufficiali, e alla tensione sui mercati finanziari è maturata la possibilità di indicare un rapporto calante al 2,2 e al 2% nei due anni successivi, contro un annuncio iniziale (dopo il Cdm di giovedì scorso) di mantenere il 2,4% per tutto il periodo. Come nota l’agenzia finanziaria Bloomberg, ci sarebbe questa notizia alla base del primo recupero dei titoli di Stato italiani in cinque giorni, con il differenziale in calo anche per effetto della crescita dei rendimenti dei Bund. Il Btp decennale rende stamattina poco più del 3,3%. Ancor più netto il calo dello spread sui due anni, che scende di una trentina di punti base a 170.


Fonte: http://www.repubblica.it/economia

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta